fbpx

La Martesana al Ponte di Vaprio d’Adda, 1957

La fotografia è stata scattata nel 1957, dopo la ricostruzione del ponte che mette in comunicazione Canonica e Vaprio d’Adda in sostituzione di un vecchio ponte in ferro che risaliva alla fine dell’Ottocento. Il complesso munito di ciminiera che si erge sulla sinistra oltre il ponte apparteneva alle Cartiere Binda, situate in una specie di isolotto lambito da un lato dalle acque dell’Adda e dall’altro da quelle della Martesana. Il piano terreno degli edifici era adibito alla produzione della carta laddove i piani superiori erano destinati alle residenze degli operai. L’esistenza di una cartiera in loco è attestata dal Settecento e nel 1888 il complesso entrò a far parte delle storiche cartiere Binda che avevano la sede principale alla Conca Fallata. Dopo un avvicendarsi di proprietari la cartiera ha cessato l’attività nel 2009. Lo straordinario scenario fece di Vaprio un soggetto prediletto di molti pittori tra Seicento e Settecento. Tra i più celebri vale la pena ricordare le magnifiche vedute di Bernardo Bellotto e di Gaspare Vanvitelli. Ci troviamo in quel tratto del Naviglio appena prima della svolta a destra in virtù della quale i due corsi d’acqua si separano. Nelle parole di Cantù: “È magnifico vedere l’Adda seguitar via vorticosa e fremente, intanto che sopra una costa, sorretta da muri altissimi, scorre il naviglio placidamente”.

Ti è piaciuto l'articolo?